CONTENUTI VIP

Soverato il Consiglio approva la rottamazione delle bollette

Si torna a parlare di piano spiaggia in...

Soverato a rischio il servizio di patologia clinica

Dipendenti in agitazione nell’ospedale di Soverato da cui...

Montepaone Droni termici per risolvere il giallo dei fumi maleodoranti

Cresce la preoccupazione a Montepaone per la presenza di...

“Il percorso rosa: evoluzione legislativa” formazione e informazione nel dibattito promosso da Astarte e dal sindacato di Polizia FSP

“Serve la legislazione. Ma serve soprattutto una rivoluzione culturale”. Il sottosegretario all’Interno Wanda Ferro interpreta così l’obiettivo alla base del dibattito “Il percorso rosa, l’evoluzione legislativa: strategie di contrasto e prevenzione della violenza di genere” promosso da Astarte e dal sindacato di Polizia FSP.

“Non sono d’accordo- continua il sottosegretario richiamando il voto unanime sul decreto legge sul femminicidio- sulla tesi del patriarcato perché credo che ci sono tantissimi uomini che rispettano le donne. La legge non basta. Sono per la pena certa, non soltanto sul femminicidio. Nel decreto sono state aggiunte somme importanti per i Centri anti violenza”.

I lavori, dell’incontro di formazione e informazione, moderati dal vice presidente della sigla sindacale, Franco Maccari, sono stati aperti dal questore di Catanzaro Paolo Sirna che ha esortato le varie agenzie educative a fare ognuno la propria parte: “Tutti devono la propria parte- il commento del questore- dalla scuola alla famiglia, alla Chiesa, passando per le associazioni sino alle Forze dell’Ordine”.

Storie che si incrociano e testimonianze di esperienze vissute arricchiscono di contenuti l’incontro in cui trova spazio anche l’esperienza della promotrice dell’iniziativa, Maria Grazia Muri, presidente dell’associazione Astarte:

“Ho subito violenza tanti anni fa- ha spiegato al pubblico presente- l’ultima volta fu il giorno del compleanno di mia figlia nel 2006. Intervenne la polizia e i poliziotti che mi invitarono ad andare al Pronto Soccorso e poi in questura. Andai in ospedale con mia figlia. Poi denunciai. Fu così che il mio ex compagno venne arrestato. Di quei momenti ricordo la vicinanza dei poliziotti”.

Vittime dirette, ma anche indirette di violenze domestiche da combattere con un cambio di passo culturale che deve essere inserito nell’educazione dei più piccoli: è questo l’invito di Elisabeth Rosanò, da bambina affidata a un orfanotrofio dopo che la madre venne uccisa da suo padre a pochi passi da lei e dai suoi fratelli.

Latest

Lotta alla contraffazione, sequestro a Sant’Andrea Apostolo

Nell’ambito dei controlli volti al contrasto della contraffazione, della...

Costituito il Comitato territoriale “La via Maestra” a Crotone. Tante le associazioni aderenti

La Cgil e il mondo dell’associazionismo insieme per il...

Apicoltura in Calabria: approvati 152 progetti per oltre 1,3 milioni di euro

Più di 1.300.000 euro per la valorizzazione e promozione...

Don't miss

Lotta alla contraffazione, sequestro a Sant’Andrea Apostolo

Nell’ambito dei controlli volti al contrasto della contraffazione, della...

Costituito il Comitato territoriale “La via Maestra” a Crotone. Tante le associazioni aderenti

La Cgil e il mondo dell’associazionismo insieme per il...

Apicoltura in Calabria: approvati 152 progetti per oltre 1,3 milioni di euro

Più di 1.300.000 euro per la valorizzazione e promozione...

Rete delle Comunità Ospitali di Calabria: domani la presentazione in Cittadella

“La strada intrapresa con lo sviluppo del progetto “Rete...
La redazione
La redazionehttps://moveoncalabria.it
Contattaci a info@moveoncalabria.it

Lotta alla contraffazione, sequestro a Sant’Andrea Apostolo

Nell’ambito dei controlli volti al contrasto della contraffazione, della tutela del Made in Italy e della sicurezza prodotti, posti in essere dal Comando Provinciale...

Politiche industriali, dalle comunità energetiche alle mancate bonifiche, passando per i fondi non spesi: FIOM CGIL fa una severa analisi della situazione in Calabria

L’assenza di politiche industriali in Calabria è lampante, gli investimenti ristagnano, aziende medio -  piccole dove spesso  il lavoro rimane precario e di scarsa...

Costituito il Comitato territoriale “La via Maestra” a Crotone. Tante le associazioni aderenti

La Cgil e il mondo dell’associazionismo insieme per il lavoro, contro la precarietà, per la difesa e l’attuazione della Costituzione, contro l’autonomia differenziata e...