CONTENUTI VIP

Soverato il Consiglio approva la rottamazione delle bollette

Si torna a parlare di piano spiaggia in...

Soverato a rischio il servizio di patologia clinica

Dipendenti in agitazione nell’ospedale di Soverato da cui...

Montepaone Droni termici per risolvere il giallo dei fumi maleodoranti

Cresce la preoccupazione a Montepaone per la presenza di...

Condanna a 25 anni di reclusione per l’omicidio di Loredana Scalone a Pietragrande di Stalettì

Era il 23 novembre 2020, quando Sergio Giana, 38 anni di Badolato, chiese un appuntamento a Loredana Scalone, 51enne residente a Stalettì, con la quale aveva avuto una relazione sentimentale. Arrivò armato di coltello da cucina e dopo aver aspettato che la Scalone finisse di lavorare, si recarono insieme alla Scogliera di Pietragrande di Stalettì, dove fu consumato il terribile omicidio. Ventotto coltellate al collo, al capo, al torace e al dorso, per poi occultare il cadavere in una insenatura tra gli scogli: per ben due volte tornò sul luogo del delitto per ripulire le macchie di sangue e alterare la scena criminis. Questa la ricostruzione della Procura, che al termine della requisitoria aveva chiesto l’ergastolo per l’imputato.

La Corte d’Assise di Catanzaro, ieri, ha emesso la sentenza, condannando a venticinque anni di reclusione Sergio Giana, difeso dagli avvocati Salvatore Staiano, Vincenzo Maiolo Staiano e Marta Staiano. 

Delusione da parte dei familiari della vittima che speravano fosse inflitta la pena dell’ergastolo richiesta dal Pubblico ministero, come anche da parte dell’avvocato della difesa Arturo Bova, che entrando più nel tecnico, ha spiegato che il Tribunale non ha riconosciuto i motivi futili e abietti. “Questo primo grado di giudizio – affermano i familiari – non toglie che continueremo a lottare e avere ancora maggiore fiducia nella magistratura”.

Latest

Santa Caterina, code e rallentamenti per un incidente sulla Statale 106

Ancora un incidente sulla statale 106 dove, per cause...

Soverato, cancellato il concerto di Morgan al suo posto “Not to blame night”

La bufera su Morgan, attualmente sotto processo per stalking...

Legge sull’invecchiamento attivo: “La Regione metta a disposizione fondi propri”

“Dopo cinque anni finalmente si entra nel vivo dell’applicazione...

Don't miss

Santa Caterina, code e rallentamenti per un incidente sulla Statale 106

Ancora un incidente sulla statale 106 dove, per cause...

Soverato, cancellato il concerto di Morgan al suo posto “Not to blame night”

La bufera su Morgan, attualmente sotto processo per stalking...

Legge sull’invecchiamento attivo: “La Regione metta a disposizione fondi propri”

“Dopo cinque anni finalmente si entra nel vivo dell’applicazione...

Soverato, pressioni dal sindaco per la cancellazione del concerto di Morgan

La richiesta è di cancellare il concerto di Morgan,...
La redazione
La redazionehttps://moveoncalabria.it
Contattaci a info@moveoncalabria.it

Presentato Piano di supporto alle fragilità Salute e Welfare, Princi e Staine: “Una misura importante e significativa che pone in cima la centralità della...

La vicepresidente della Regione Calabria, Giusi Princi, e l’assessore al Welfare, Emma Staine, hanno illustrato, oggi, nel corso di una conferenza stampa che si...

Santa Caterina, code e rallentamenti per un incidente sulla Statale 106

Ancora un incidente sulla statale 106 dove, per cause ancora in corso di accertamento, si è ribaltata un'auto lungo la carreggiata. Non ci sono...

Soverato, cancellato il concerto di Morgan al suo posto “Not to blame night”

La bufera su Morgan, attualmente sotto processo per stalking e diffamazione non si placa e a scaricare l'artista, dopo il sindaco di Soverato che...