CONTENUTI VIP

Soverato il Consiglio approva la rottamazione delle bollette

Si torna a parlare di piano spiaggia in...

Soverato a rischio il servizio di patologia clinica

Dipendenti in agitazione nell’ospedale di Soverato da cui...

Montepaone Droni termici per risolvere il giallo dei fumi maleodoranti

Cresce la preoccupazione a Montepaone per la presenza di...

Commemorazione di Monte Covello: l’Arma ricorda i caduti di quarantasei anni fa

Stamattina la commemorazione per onorare la memoria dei Carabinieri caduti a Monte Covello di Girifalco, dove 46 anni fa, in un tragico incidente aereo, persero la vita sei Carabinieri.

La storia. Quel 31 ottobre del 1977, erano da poco passate le 15.00, quando si interruppe il contatto radio con l’elicottero AB 205 su cui viaggiavano, il Generale di Corpo d’Armata Enrico Mino, Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, il Colonnello Francesco Friscia, Comandante della Legione Carabinieri di Catanzaro, il Tenente Colonnello Luigi Vilardo, Aiutante di Campo del Generale Mino, il Tenente Colonnello Francesco Sirimarco, Comandante del Centro Elicotteri Carabinieri di Pratica di Mare, il Tenente Francesco Cerasoli, pilota della Base Elicotteri di Vibo Valentia e il Brigadiere Costantino Di Fede del Centro Elicotteri di Pratica di Mare. Il Generale Mino si trovava in Calabria per conoscere di persona i luoghi dove muovevano le cosche della ‘ndrangheta, all’epoca particolarmente attiva nei sequestri di persona, e insieme ai suoi collaboratori stava effettuando una ricognizione sorvolando i territori di Rosarno, Taurianova e Reggio Calabria. A tarda sera furono trovati i resti del velivolo che era precipitato nella nebbia, alle pendici del versante est di Monte Covello in località Rimitello, senza superstiti.

La cerimonia. Questa mattina, a quarantasei anni dall’incidente, l’Arma ha ancora una volta ricordato i suoi Caduti nella cittadina di Girifalco. La commemorazione si è svolta dapprima nella chiesa di San Rocco a Girifalco con una messa, officiata dal parroco Don Antonio DE GORI e dal Cappellano Militare della Legione Carabinieri “Calabria” Don Vincenzo RUGGIERO, alla presenza del Comandante Provinciale Carabinieri di Catanzaro Colonnello Giuseppe Mazzullo e del Comandante del Gruppo di Lamezia Terme Tenente Colonnello Gianluca Zara. Presenti i sindaci di Girifalco e Amaroni, i familiari dei Carabinieri caduti e i delegati della rappresentanza militare. Tanti i Carabinieri del Comando Provinciale di Catanzaro che hanno partecipato. Presenti anche le famiglie dei militari, i Carabinieri Forestali, le rappresentanze dell’8’ Nucleo Elicotteri di Vibo Valentia, dell’Associazione Nazionale Carabinieri e dell’Associazione Nazionale Forestali. Presenti anche le scuole e le associazioni culturali locali che hanno voluto condividere questo momento con l’Arma. Al termine della celebrazione il Colonnello Mazzullo nel ringraziare tutti i presenti per la loro vicinanza all’Arma dei Carabinieri ha ripercorso i momenti salienti della tragedia, sottolineando in particolare l’emozione, ancora viva, percepita nei suoi colloqui con i colleghi e con i cittadini, che all’epoca presero parte alla ricerca dell’elicottero. Si è poi rivolto ai tanti giovani presenti, ricordando quei tragici eventi , che richiamano valori fondamentali, quali lo spirito di servizio e il senso di dovere, e che hanno la forza di imprimersi nella memoria di chi li ha vissuti e di insinuarsi nell’animo dei più giovani, di coloro cioè che hanno conosciuto queste pagine di storia italiana solo dai racconti dei genitori, navigando su internet oppure transitando per le vie che qui portano i nomi delle vittime della sciagura aerea. La commemorazione è poi proseguita a Monte Covello con gli onori ai Caduti e la deposizione di due corone d’alloro al Monumento, realizzato sul luogo della tragedia.

Il video. Per ricordare la tragica sciagura, l’Arma dei Carabinieri, lo scorso anno in occasione della cerimonia solenne per i 45 anni dall’evento, ha realizzato e diffuso un cortometraggio su quanto avvenuto quel triste giorno, con immagini reali del sopralluogo e con una possibile ricostruzione della tragedia e di attimi di vita dei protagonisti, raccontando il tutto con flashback su momenti trascorsi in famiglia, articoli di cronaca del tempo e cerimonie di commemorazione.

Ancora una volta, dopo quasi mezzo secolo, l’Arma dei Carabinieri e la comunità di Girifalco hanno rafforzato, nel triste ricordo di quei tragici giorni, il forte legame che li lega.

Latest

“BeColor”-II edizione, prende forma il cartellone: gli Editors, storica band di Birmingham, tra gli artisti

Dopo la straordinaria partecipazione dello scorso anno con l’unica...

Lotta alla contraffazione, sequestro a Sant’Andrea Apostolo

Nell’ambito dei controlli volti al contrasto della contraffazione, della...

Costituito il Comitato territoriale “La via Maestra” a Crotone. Tante le associazioni aderenti

La Cgil e il mondo dell’associazionismo insieme per il...

Don't miss

“BeColor”-II edizione, prende forma il cartellone: gli Editors, storica band di Birmingham, tra gli artisti

Dopo la straordinaria partecipazione dello scorso anno con l’unica...

Lotta alla contraffazione, sequestro a Sant’Andrea Apostolo

Nell’ambito dei controlli volti al contrasto della contraffazione, della...

Costituito il Comitato territoriale “La via Maestra” a Crotone. Tante le associazioni aderenti

La Cgil e il mondo dell’associazionismo insieme per il...

Apicoltura in Calabria: approvati 152 progetti per oltre 1,3 milioni di euro

Più di 1.300.000 euro per la valorizzazione e promozione...
La redazione
La redazionehttps://moveoncalabria.it
Contattaci a info@moveoncalabria.it

“BeColor”-II edizione, prende forma il cartellone: gli Editors, storica band di Birmingham, tra gli artisti

Dopo la straordinaria partecipazione dello scorso anno con l’unica tappa al Centro-Sud dei Franz Ferdinand, torna BeColor, importante progetto culturale che nasce dalla sinergia fra due...

Lotta alla contraffazione, sequestro a Sant’Andrea Apostolo

Nell’ambito dei controlli volti al contrasto della contraffazione, della tutela del Made in Italy e della sicurezza prodotti, posti in essere dal Comando Provinciale...

Politiche industriali, dalle comunità energetiche alle mancate bonifiche, passando per i fondi non spesi: FIOM CGIL fa una severa analisi della situazione in Calabria

L’assenza di politiche industriali in Calabria è lampante, gli investimenti ristagnano, aziende medio -  piccole dove spesso  il lavoro rimane precario e di scarsa...