CONTENUTI VIP

Soverato il Consiglio approva la rottamazione delle bollette

Si torna a parlare di piano spiaggia in...

Soverato a rischio il servizio di patologia clinica

Dipendenti in agitazione nell’ospedale di Soverato da cui...

Montepaone Droni termici per risolvere il giallo dei fumi maleodoranti

Cresce la preoccupazione a Montepaone per la presenza di...

Carmen Consoli infiamma il Politeama

Un concerto intimo, in cui le canzoni tornano ad essere nude, così come sono nate. Lo ha descritto così Carmen Consoli, e così è stato il concerto che ha tenuto ieri sera al teatro Politeama, ennesimo appuntamento dai grandi numeri del ventesimo Festival d’autunno. Accompagnata da Massimo Roccaforte alle chitarre e Alessandro Murania al violino, Consoli ha presentato al pubblico catanzarese alcuni dei suoi brani più famosi rendendoli in maniera nuova, fresca con una potenza rinnovata.  Il concerto è iniziato con la famosa “Parole di burro”, per proseguire con “Fiori d’arancio”, “Mago Magone”, “L’ultimo bacio”, tre le altre, ma anche “Pioggia d’aprile”, “Mio zio”, e le canzoni dedicate ai suoi due uomini più importanti, il figlio Carlo (“Una domenica al mare”) e il padre (“Mandaci una cartolina”). 

C’è stato anche l’omaggio alla cantautrice siciliana Rosa Balistreri con “Buttana de to ma” e “Canta e cunta”, ma anche il consueto omaggio a Franco Battiato con “Stranizza d’amuri”.  Per il suo felice ritorno al Festival d’autunno Carmen Consoli non si è letteralmente risparmiata, riuscendo a supplire perfettamente l’assenza della sessione ritmica, essendo il concerto in acustico: ha dominato il palco con un’energia e una grinta invidiabili, introducendo con poche parole i brani, entusiasmando fin dalle prime strofe un pubblico emozionato che si è lasciato trasportare senza alcuna resistenza, sulle sue note. «Ni sapemu sentiri», ha detto in siciliano per dire che ci intendiamo, per la somiglianza delle nostre lingue, prima di dedicare al pubblico catanzarese ben cinque encore, con la bellissima “Blunotte”, seguita da “Amore di plastica” – con il teatro che l’ha cantata interamente insieme a lei -, “Confusa e felice”, “In bianco e nero”, prima di salutare definitivamente il pubblico con “Venere”, e concedere qualche stretta di mano e autografo a chi è si è precipitato sotto il palco a fine concerto. 

Latest

Autonomia Differenziata, Gesmundo (Cgil Nazionale): “Occhiuto impugni la legge”

"Occhiuto impugni la legge sull’Autonomia Differenziata." È la sfida...

Uber arriva in Calabria, domani la presentazione

Uber arriva in Calabria, domani in conferenza stampa il...

Alecci sui fondi bandiera blu: “Occhiuto in colpevole ritardo”

La cerimonia di consegna delle Bandiere Blu ha premiato...

Don't miss

Autonomia Differenziata, Gesmundo (Cgil Nazionale): “Occhiuto impugni la legge”

"Occhiuto impugni la legge sull’Autonomia Differenziata." È la sfida...

Uber arriva in Calabria, domani la presentazione

Uber arriva in Calabria, domani in conferenza stampa il...

Alecci sui fondi bandiera blu: “Occhiuto in colpevole ritardo”

La cerimonia di consegna delle Bandiere Blu ha premiato...

“Ricerca, sperimentazione e innovazione tecnologica nelle cure”, all’UMG il congresso nazionale

“Ricerca, Sperimentazione e Innovazione Tecnologica nelle Cure”: è il...
La redazione
La redazionehttps://moveoncalabria.it
Contattaci a info@moveoncalabria.it

Autonomia Differenziata, Gesmundo (Cgil Nazionale): “Occhiuto impugni la legge”

"Occhiuto impugni la legge sull’Autonomia Differenziata." È la sfida lanciata dal Segretario Cgil Nazionale Pino Gesmundo da Lamezia Terme dove ha partecipato all’incontro promosso da Cgil...

Uber arriva in Calabria, domani la presentazione

Uber arriva in Calabria, domani in conferenza stampa il presidente della Regione Roberto Occhiuto e il general manager Uber Italia Lorenzo Pireddu illustreranno l’arrivo...

Alecci sui fondi bandiera blu: “Occhiuto in colpevole ritardo”

La cerimonia di consegna delle Bandiere Blu ha premiato ancora una volta la Calabria, con l’assegnazione di ben 20 “vessilli” nella nostra regione.  Voglio fare...