Carmen consoli questa sera a Cz per l'unica data in Calabria del suo tour

2015-08-03

Un concerto disegnato in prima persona da Carmen Consoli, quello programmato per questa sera nell’Arena Magna Graecia di Catanzaro lido, lo spazio polifunzionale del capoluogo  pronto a vestirsi delle atmosfere tipiche degli eventi live degli anni Settanta, evocate riportando alla memoria la calda estate del ’68 nel concerto dei Jefferson Airplane (cha ha inaugurato il festival rock più importante di tutti i tempi) e i 3 giorni di Peace and Rock Music di Woodstock.

Sul palco l’energia in rosa di un gruppo al femminile incontratosi per caso all’interno di una blind audition e divenuto presto ambasciatore della lotta alla violenza delle donne.

“Avevo scelto i musicisti della sezione ritmica del tour nei palazzetti attraverso delle blind audition- ha spiegato Carmen Consoli- mi aveva conquistato quella pienezza di suono, quando  ho scelto chi mi avrebbe accompagnato nel tour,  ignoravo di aver scelto due ragazze. Per l’estate avevo immaginato grandi amplificatori colorati e un’energia esplosiva che irrompesse dal palco e il trio femminile mi è sembrato consequenziale non soltanto alle scelte artistiche che stavo maturando, ma anche all’impegno preso a sostegno delle donne”.

Non è un caso che il tour sia partito in contemporanea con la pubblicazione del nuovo singolo “La signora del quinto piano #1522” (un progetto nato con l’associazione nazionale Telefono Rosa, di cui la cantante è ambasciatrice) registrato insieme aGianna Nannini, Elisa, Irene Grandi, Emma e Nada.

Il tour  proseguirà in tutta Italia con una sola prestigiosa incursione all’estero, il 21 agosto al Meltdown Festival di Londra, una delle più prestigiose manifestazioni internazionali di musica, dove a chiamarla è stato lo stesso direttore artistico di questa edizione, il premio oscar David Byrne.

“ Quando mi hanno chimato per comunicarmi che ero l'unica italiana ad esser stata scelta da David Byrne per il suo Meltdown Festival, mi sono sentita frastornata e lusingata- racconta ancora Carmen Consoli- quando poi ho scoperto che,tra i diversi set proposti, Byrne aveva prediletto proprio quello in trio, con Fiamma e Luciana, mi è sembrato un segnale, un suggerimento da cogliere»

Sabrina Amoroso