Continua a Tiriolo“Bacchanalia”

2015-08-11

Tre giorni di storia, cultura, musica e divertimento per riscoprire le antiche tradizioni del paese dei due mari, lì dove Ulisse approdò durante il suo viaggio verso Itaca. Ritorna l’appuntamento con “Bacchanalia 2200 anni dopo. Assaggi e paesaggi infiniti”, giunto quest'anno alla sua terza edizione, in programma il 21, 22 e 23 agosto prossimi, promossa dalla Pro Loco e dall’amministrazione comunale di Tiriolo con la direzione artistica dell’associazione Chiave di sol e in collaborazione con l’associazione Teura. Tiriolo ha rappresentato in Italia uno dei centri di massima diffusione dei riti misterici in onore di Bacco, il dio del vino, e oggi come nell'antichità sarà possibile riscoprire i culti praticati dai nostri antenati attraverso un ricco programma di eventi mirato a narrare, valorizzare e promuovere il complesso patrimonio di storia, natura e cultura di cui l’istmo d’Italia è ricco.
Saranno i concerti serali in piazza il momento culminante della tre giorni che avrà inizio il 21 agosto con il gruppo emergente rockabilly “John Wayne Gacy”, ispirato al vasto repertorio della musica anni cinquanta, e la voce di Alfredo Veltri, leader del gruppo alternative rock degli Spleen. Ci sarà poi l’occasione di ammirare dal vivo il poliedrico e originale progetto musicale de “Il maniscalco maldestro” e la melodia rock di Fab. Il 22 agosto si proseguirà con “L’Agorà del Cantastorie”, incontri di musica e parole a cura di Fulvio Cama con Otello Profazio, e il cantautorato che strizza l’occhio alla tradizione de “I musicanti del vento” con il loro nuovo album “Preferisco la cantina”. Domenica 23 agosto la giornata finale del programma avrà inizio all’alba, alle ore 05.00, con l’inno all'aurora a cura del duo Paola Testa e Magda Muscia (arpa e flauto); alle 18, il tradizionale corteo nuziale di Bacco e Arianna con lo spettacolo itinerante di teatro e musica; in serata spazio all’ironia tagliente in lingua kalabra dei Quarto di Vino blues band e all’attesissimo concerto di Cisco, storico frontman dei Modena City Ramblers con cui ha scritto un pezzo di storia della musica italiana e che presenterà il suo ultimo lavoro da solista, “Matrimoni e funerali”, per l’unica tappa al Sud.
Non solo grande musica, “Bacchanalia” sarà anche la vetrina ideale per presentare le eccellenze della nostra terra, associando alle esposizioni enogastronomiche, la presentazione delle tradizioni culturali e artigianali, le migliori manifatture locali, convegni, escursioni naturalistiche, visite guidate e tanto divertimento, per grandi e piccini.